Beneficiari

Ricercatori e non vedenti coinvolti:

Prof. Daniela Rus, Prof. Anantha Chandrasakan e il gruppo di ricercatori di MIT tra cui Nick Wang, Nathan J. Ickes, Jordan Allspaw, Dongsuk Jeon, Rahul Kumar Namdev, William Li, Robert Katzschmann, Jingjin Yu, Paul Parravano, Prof. Laura Giarrè.

Beneficiari indiretti e indiretti:

La comunità nazionale e internazionale dei non vedenti, quando il prototipo diventerà un prodotto utilizzabile, in quanto l’impiego dello stesso garantirà un incremento della loro autonomia con un alto impatto sociale in termini di maggior inserimento nel contesto sociale e lavorativo.

La comunità scientifica, per lo sviluppo tecnologico scientifico del sistema.

Obiettivi

Sistema di percezione intelligente e indossabile con display tattile ad alta risoluzione finalizzato ad accrescere l’indipendenza delle persone non vedenti.

PARTNER

MASSACHUSSETS INSTITUTE OF TECHNOLOGY

IL PROGETTO

L’autonomia del non vedente nei suoi movimenti dipende sempre dall’assistenza costante di una persona, un animale o un bastone che involontariamente condizionano la sua vita sia sociale che di inserimento nel mondo del lavoro, limitandolo e frenandolo nella più completa integrazione.

LE AZIONI DI ABF

ABF lavorando con il team multidisciplinare di ricercatori di scienziati di CSAIL (Computer Science and Artifical Intelligence Laboratory) del MIT (Massachusetts Institute of Technology) ha individuato due aree tematiche di particolare attenzione per lo sviluppo di una tecnologia assistiva per non vedenti.

IL CONTESTO

L’idea è quella di sviluppare dei sistemi che permettano la safe navigation, ovvero garantiscano al non vedente di camminare in autonomia evitando ostacoli. Il non vedente con l’ausilio di un sistema indossabile potrà ricevere delle informazioni per mezzo di vibrazioni che lo informano della presenza di ostacoli. L’utilizzo di algoritmi di computer vision, di sistemi di robotica e l’impiego di nuove tecnologie wearable e miniaturizzate in questa fase due, vuole passare dal prototipo sviluppato nella fase dei  due anni precedenti, a un sistema che sia leggero e indossabile e autonoma e non faccia ricorso di un computer da portare dentro lo zaino. Lo scopo è quello di realizzare un sistema non invasivo anche da un punto di vista di accettazione sociale, pur mantenendo lo stesso livello di performance.

Programma CHALLENGES

“Challenges” opera nell’ambito della RICERCA SCIENTIFICA, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE SOCIALE e mira ad accogliere, appunto, sfide importanti in termini sia di investimenti da compiere che di risultati da raggiungere, nella volontà di permettere a chiunque abbia difficoltà d’ordine economico o sociale, di arrivare ad esprimere sé stesso.
Il programma ha lo scopo di mettere insieme le migliori intelligenze per trovare soluzioni innovative che aiutino le persone ad affrontare e superare i limiti posti dalla loro disabilità o disagio verso una migliore qualità di vita.

SCOPRI IL PROGRAMMA

Altri progetti

© ABF - Andrea Bocelli Foundation - Tutti i diritti riservati - CF 90049390504 - Credits - Privacy Policy - Cookie Policy

Privacy Preference Center

Skip to content